La foto di copertina scattata da Sabino Guardavaccaro è stata la più votata tra le foto dei Santi Patroni di Puglia per il concorso fotografico indetto dalla pagina Face Book “Feste Patronali di Puglia” quindi la Vergine Addolorata di Mola è stata eletta “Santa Patrona del mese di settembre”.

Carissimi concittadini,

i solenni festeggiamenti in onore della nostra Patrona Maria SS. Addolorata, diventano occasione

propizia per raccogliere qualche riflessione sul nostro compito di amministratori pubblici e su come,

anche solo da semplici cittadini, possiamo contribuire efficacemente nel rendere migliore la nostra

comunità.

La “festa grande” è per eccellenza la festa di tutti i molesi: quelli che vivono a Mola e che qui sono

nati, di quelli che hanno dovuto emigrare in cerca di fortuna e che in questi giorni vengono a far visita

alle proprie famiglie ma diventa anche la festa per coloro che, pur non essendo da sempre molesi,

sono sul nostro territorio e collaborano nella costruzione di una città sempre più bella e più

accogliente.

È esattamente quello che sembra accadere durante la “nostra” festa Patronale! In quei giorni

riscopriamo la nostra identità di figli di questa comunità a chi dobbiamo tanto: è tra queste strade che

abbiamo imparato a mettere i primi passi nel mondo. Le tradizioni ad essa collegate, e che giustamente

pretendiamo come in un grande rito collettivo, riportano alla mente la nostra infanzia e ad essi sono

legati i nostri ricordi più o meno felici.

Ma su tutto capeggia l’immagine della nostra Patrona a cui simbolicamente affidiamo solennemente

ogni anno le “chiavi” della Città di Mola di Bari perché ci protegga dall’incapacità, oggi sempre più

imperante, di non saper più compatire, “patir con”, i più fragili che vivono accanto a noi. E il pensiero

corre, mentre affido ogni volto e ed ogni storia alla Vergine Addolorata, a tutti coloro che hanno

condiviso drammi e difficoltà con noi che oggi siamo chiamati, attraverso l’agire amministrativo, a

provvedere alle necessità di tutti.

Ecco come la dimensione pubblica di questa ricorrenza a cui tutti partecipiamo in base alle nostre

possibilità diviene il metro di giudizio del nostro impegno: “donare” qualcosa in più perché sia festa

per tutti! È questo l’augurio che sento di rivolgere a tutti e a ciascuno perché è il solo ed unico modo

che abbiamo per diventare sempre più una “Comunità” in cui nessuno sia lasciato indietro.

Buona festa a tutti!

Giuseppe Colonna

Sindaco di Mola di Bari

 

 

 

 

Saluto dell’Arciprete

 

Carissimi,

il cammino pastorale di questi anni, tracciato dal nostro Arcivescovo Mons. Francesco Cacucci e suggerito da momenti storico che la Chiesa sta vivendo, fatto di luci e ombre, ma anche segnato da eventi straordinari che coinvolgono la nostra Diocesi, come l’incontro del Papa con i Patriarchi orientali del luglio 2018 a Bari o l’appuntamento dei Vescovi del Mediterraneo sulla pace del febbraio prossimo, ci sta impegnando ad approfondire gli Atti degli Apostoli, per imparare dalla Chiesa delle origini a vivere oggi il nostro cammino di fede.

Maria SS. ha sempre avuto un ruolo fondamentale nella vita della Chiesa.  Lo stesso Signore Gesù dall’alto della Croce volle affidare la Chiesa a Maria e Maria alla Chiesa e da allora Maria ha brillato come stella sul suo cammino.

Perciò il Concilio Vaticano II ce l’ha presentata come Madre e modello della Chiesa.

Inseriti anche noi in questo cammino, vorrei che la novena e la festa della Madonna Addolorata siano occasione per guardare e invocare Maria e lasciarci guidare da Lei.

Sia Lei a chiedere al Signore le grazie necessarie per noi e per tutti i molesi sparsi nel mondo.

La sua protezione ci accompagni sempre lungo i sentieri della vita e le strade del mondo.

                                                                                                                                             Don Mimì Moro

Parroco

 

 

 

 

 

 

Carissimi amici,

ogni anno ci apprestiamo a vivere la festa del Santo Patrono “Maria SS. Addolorata”, come uno dei momenti più solenni e tradizionalmente importanti dell’anno per la nostra città.

La festa Patronale, infatti, rappresenta un punto di convergenza per tutte le realtà della nostra comunità, sia Cristiana che civile.

Ed è proprio questo comune denominatore che ci deve spronare a tutelare, preservare e mantenere viva la tradizione della Festa Patronale per dare un forte segno identitario ad una società in continua evoluzione.

La Festa Patronale, è la festa che i nostri avi ogni anno aspettavano con trepidazione per vivere comunitariamente la festa della Nostra Patrona, protettrice di giovani ed adulti, di agricoltori e marittimi, di residenti ed emigranti di ogni angolo del mondo. Con maestria e profonda devozione, essi hanno saputo far crescere questa tradizione che ci hanno tramandato fino ad oggi con immutata devozione.

La nostra Festa Grande è un momento importante della vita sociale della nostra comunità; è occasione d’incontro, di lavoro, di giocosità e di incontro che coinvolge tutti, oggi come ieri, dal molese residente a quello che vive all’estero fino ad allargarsi alle comunità vicine ed ai turisti che, sempre più numerosi vengono a visitare il nostro territorio e a scoprire le nostre antiche e rinnovate tradizioni.

Possiamo, senza tema di smentita, affermare la nostra Festa Grande ha una valenza religiosa e sociale incommensurabili e i suoi quasi trecento anni di storia ne sono la testimonianza.

Anche quest’anno, nonostante le tante difficoltà, siamo pronti ad onorare la nostra Patrona “Maria SS. Addolorata” con le cerimonie religiose e civili che abbiamo in programma e che vede coinvolti diversi settori della nostra comunità.

Rinnovo, pertanto, il mio invito a sostenere il Comitato Festa Patronale in ogni modo, non solo con un contributo economico ma anche con idee, proposte e nuovi progetti.

Forza molesi! Il nostro paese merita molto di più e questo di più siamo noi che dobbiamo produrlo sotto lo sguardo amorevole della Vergine Addolorata.

E’ a Voi, quindi che va il mio sentito ringraziamento, amici concittadini, commercianti, imprenditori, artigiani e professionisti, che estendo alle autorità religiose, civili e militari per il prezioso supporto che ogni anno non ci fanno mancare.

Buona Festa Patronale a tutti.

Vito G. Lucarelli

Presidente